Mens sana in corpore sano: come funziona la dieta detox

Carote, lamponi, spinaci, noci, pomodori, uva

La dieta disintossicante – detox appunto – è un regime alimentare orientato alla purificazione di corpo e mente dalle tossine esogene provocate dal nostro stile di vita. Pasti veloci e ricchi di zuccheri semplici e grassi saturi, stress, abuso di farmaci e bevande eccitanti, sono le cause dell’inquinamento del nostro organismo. La dieta detox ha lo scopo di eliminare le tossine provenienti da esse, diventando una vera filosofia di vita. È un’ottima dieta anche per dimagrire in modo naturale, perché con un semplice cambio di stile di vita si ottengono grandi risultati. Vediamo insieme i principi e il funzionamento della dieta disintossicante.

Le basi e i principi della dieta detox

Essendo una vera e propria filosofia di vita, la dieta detox modifica ogni parte dello stile di vita della persona, dall’alimentazione al benessere psicologico. Infatti, è una branca della medicina alternativa che comprende una metodologia olistica di trattamento, avvalendosi di meccanismi complessi non facilmente identificabili con uno schema di funzionamento logico. I principi su cui si basa comprendono:

  • cambiamento dello stile alimentare: il primo passo per la dieta detox è eliminare i cibi intossicanti come le proteine animali, che contengono tanto colesterolo e grassi saturi, e gli alimenti con additivi e zuccheri raffinati. Quindi bannati i fast food, le merendine e i prodotti confezionati, bevande stimolanti e alcolici;
  • Cambiamento dello stile di vita: per potersi disintossicare, bisogna anche liberare la mente attraverso una costante e corretta attività fisica grazie ad uno sport che permetta di divertirsi e di staccare la mente, eliminare il fumo, ridurre il consumo di farmaci, ridurre l’esposizione all’inquinamento ambientale e imparare a gestire lo stress psicologico;
  • Percorsi di yoga e meditazione per stabilizzare la mente;
  • Integrare con sistemi disintossicanti alternativi, come pulizia del colon, della pelle e affini.

Qualunque sia la metodologia scelta, quello che conta è riuscire a disintossicarsi, un rehab per l’anima.

Ragazza vestita di bianco fa yoga in un bosco

Alimentazione e dieta disintossicante

L’obiettivo principale è ridurre le tossine in eccesso, nocive per la salute e il benessere del nostro organismo. Per questo ci sono degli alimenti da eliminare completamente: proteine animali, carboidrati raffinati, sale da cucina, additivi alimentari, sostanze eccitanti. Questi, oltre all’aumento di peso, causano l’indebolimento del sistema immunitario, malattie neurodegenerative e cardiache, e riducono le prestazioni psico-fisiche.

Vengono incentivati gli alimenti di origine vegetale, preferibilmente crudi, perché ricchi di proprietà antiossidanti che innalzano le difese immunitarie. Via libera anche a radici, spezie, semi, frutta e verdura, purché tutto di origine vegetale.

Schema d’alimentazione detox

La dieta detox non ha limiti di consumo nei tempi e nelle quantità dei cibi concessi. Infatti, sono previsti i 5 pasti consigliati, senza digiunare o saltare quelli fondamentali. Lo schema alimentare è così strutturato:

  • colazione: il pasto più importante della giornata deve cominciare con carboidrati complessi e frutta con zuccheri naturali, per poter avere energia buona e uno sprint di potenza. Il 50% sarà dunque composto da frutta e verdura (arance, mele, banane, carote, sedano, ecc.), meglio se di stagione, frutta secca e semi oleosi (mandorle, noci, ecc.), e il 50% da cereali senza glutine, considerato tossico per l’organismo. Al bando caffè e stimolanti, sostituibili da tè bianco e latte vegetale;
  • Pranzo e cena: la fetta più grande è dedicata alle verdure, preferibilmente crude e da consumare in grandi quantità (60-80%), per avere un immediato senso di sazietà. Seguono poi 20-40% di legumi, tuberi e pseudocereali (quinoa, ceci, lenticchie, piselli, miglio, patate dolci, ecc.). All’occorrenza, si può mangiare del pesce al vapore, ovviamente magro e non trattato. Ok a spezie e olio vegetale per insaporire e sostituire zuccheri e sali aggiunti, fonte di colesterolo e diabete;
  • Break: durante gli spuntini è consentito mangiare frutta e verdura, semi oleosi, e anche snack di cereali gluten free con condimenti alternativi purché naturali, come il burro d’arachidi o l’hummus.

L’importante è sempre bere molta acqua, che purifica e aiuta a eliminare le tossine in eccesso.

Ragazzo che beve acqua dalla bottiglia

Rischi della dieta detox

Gli esperti sconsigliano questo tipo di dieta per periodi di tempo troppo lunghi. Infatti, può tornare utile pulire il corpo dopo dei prolungati pasti abbondanti, come durante le feste natalizie. In ogni caso, è altamente sconsigliata per le donne in gravidanza e allattamento e per chi soffre di patologie renali. La filosofia di vita disintossicante può essere un ottimo modo per ritrovare il proprio equilibrio psico-fisico e migliorare il proprio benessere mentale, soprattutto praticando sport e alleggerendo il consumo di alimenti trattati. Ma la soluzione migliore sembrerebbe sempre essere la dieta mediterranea.

Ricordiamo di rivolgersi sempre a esperti nutrizionisti prima di intraprendere qualunque percorso di dieta.

Scritto da:
Chiara Pezzin